11 importanti simboli della forza femminile con i loro significati

11 importanti simboli della forza femminile con i loro significati
David Meyer

Nel corso della storia, gli esseri umani hanno cercato di dare un senso al mondo che li circonda. I simboli possono essere oggetti, segni, gesti e parole che hanno aiutato le persone a capire il mondo che li circonda. Le culture e le tradizioni sono ricche di simbolismo.

Questi simboli danno un'idea dei diversi attributi della società, delle usanze e delle mitologie religiose e dell'identità di genere. I simboli di forza femminili sono ampiamente riconosciuti in tutto il mondo. Che siano antichi o moderni, questi simboli hanno avuto diversi significati potenti che hanno influenzato la società e la cultura.

Di seguito sono elencati gli 11 simboli più importanti della forza femminile:

Indice dei contenuti

    1. Fiore di loto (Asia)

    Fiore di loto rosso

    Immagine per gentile concessione: pixabay.com

    Il fiore di loto è in gran parte simbolico e ha sottinteso diversi concetti nel corso della storia, come la purezza, il distacco, l'illuminazione e la spiritualità. Ma il fiore di loto è anche un forte simbolo di femminilità e di donna.

    Il bocciolo di loto era usato per indicare una giovane vergine, mentre un loto completamente sbocciato implicava una donna matura e con esperienza sessuale. Il termine "loto d'oro" era spesso usato durante le dinastie cinesi Han e Ming per indicare la vagina. Questo termine era presente nei resoconti dei testi sacri e nella poesia. (1)

    2. Ichthys (Antica Grecia)

    Ichthys

    Immagine di meneya da pixabay

    Anticamente, per rappresentare la femminilità e la vagina si usava il simbolo di Ichthys, un simbolo pagano che veniva raffigurato insieme alle dee del sesso e della fertilità. Il simbolo presentava in particolare la vulva.

    Accanto a questo simbolo sono state scoperte immagini di Afrodite, Atargatis, Artemide e delle dee della fertilità siriane. Il termine Ichthys era conosciuto con il nome antico di "Vesica Piscis", che si traduceva con "vaso dei pesci". Nell'antica Grecia, la stessa parola veniva usata per indicare il pesce e l'utero. Il simbolo del pesce era ampiamente utilizzato all'epoca per rappresentare il potere femminile e la femminilità.

    Durante l'avvento del cristianesimo, i cristiani erano ampiamente perseguitati per la loro fede e avevano bisogno di un simbolo che rappresentasse le loro lotte. Poiché l'Ichthys era molto conosciuto, lo adottarono e oggi è un simbolo cristiano importante.

    3. Elefanti (Universal)

    Elefanti

    Immagine di newexcusive02 da Pixabay

    Gli elefanti sono un eccellente simbolo di femminilità per la loro inflessibile fedeltà alla famiglia. Gli elefanti sono madri eccellenti e curano e nutrono vivacemente i loro piccoli. A volte rimangono con la loro prole per tutta la vita.

    Gli elefanti sono anche una rappresentazione dell'intuizione e della saggezza femminile. La maternità è un aspetto vitale della femminilità e gli elefanti simboleggiano eccezionalmente la maternità. (2)

    4. Venere (romana)

    Simbolo di Venere

    MarcusWerthmann, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

    Il simbolo di Venere denota prosperità, desiderio, fertilità, amore e bellezza. Il simbolo di Venere è ampiamente associato alla femminilità anche in tempi moderni. Questo simbolo di Venere si basa sulla dea Venere.

    Venere era una dea romana che simboleggiava il sesso, la bellezza, l'amore e la prosperità. Venere era nata dalla schiuma del mare. Venere e Marte erano entrambi genitori di Cupido. Aveva anche molti amanti mortali e immortali. (3)

    Guarda anche: Storia degli stilisti francesi

    5. Simbolo della tripla luna (romano)

    Simbolo della tripla luna

    Koromilo, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

    Simbolo molto conosciuto, il simbolo della tripla luna denota potere, intuizione, saggezza, energia femminile, femminilità e fertilità. Le tre immagini della luna rappresentano la fanciulla, la madre e la crone, e stanno a indicare le tre fasi della luna, ovvero quella crescente, quella piena e quella calante.

    La fanciulla rappresenta la giovinezza, l'incanto e l'innocenza, la madre la maturità, il potere e la fertilità, mentre la cagna la saggezza che si acquisisce con l'età. Questo simbolo della tripla luna rappresenta le tre dee che ancora oggi sono venerate da pagani e wiccan.

    Il simbolo della tripla luna ha anche altre connotazioni. Le tre lune rappresentano tre cicli diversi: nascita, morte e rinascita finale con il susseguirsi delle fasi lunari. Questo simbolo è un collegamento alla femminilità e implica la femminilità. È anche un collegamento al divino femminile. (4)

    6. Freya (norreno)

    Illustrazione 200822544 © Matias Del Carmine

    Dea della mitologia norrena, Freya simboleggiava la fertilità, la bellezza e l'amore. (5) Freya era una divinità amata dalla cultura e dalle leggende nordiche, una dea complessa con un ruolo importante.

    Il significato simbolico di Freya, che rappresenta la lussuria sessuale e la fertilità, è simile a quello di dee come Afrodite e Venere, ma il ruolo di Freya si differenzia anche da quello di molte altre dee mitologiche femminili. La maggior parte delle dee legate ai concetti di amore, sessualità e lussuria sono rappresentate come seduttrici.

    Ma Freya è raffigurata come una dea in lutto, desiderata da molti ma che cerca segretamente il marito scomparso (6).

    Guarda anche: Architettura dell'antico Egitto

    7. Atena (Antica Grecia)

    Statua di Atena

    Leonida DrosisYair Haklai, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

    Importante dea della mitologia greca, Atena ha simboleggiato diversi concetti: tradizionalmente è stata raffigurata come una donna che indossa un elmo e impugna una lancia.

    Durante il periodo rinascimentale, Atena rappresentava simbolicamente l'apprendimento classico, la conoscenza, la saggezza e le arti. La personalità di Atena richiamava anche la libertà e la democrazia. Le testimonianze sulle caratteristiche, le responsabilità e le attività di Atena dimostrano che era molto importante nel mondo antico.

    In epoca moderna, il simbolo di Atena è associato al potere, all'autorità e alla potenza. Nelle società ampiamente patriarcali, l'immagine di Atena che guida i guerrieri maschi a combattere per i loro valori e ideali rimane molto importante. (7) Il significato simbolico di questa immagine conserva la domanda sul perché attributi come l'autorità e la potenza siano riservati a chi non è in grado di fare il proprio dovere.il genere maschile.

    8. Mokosh (slavo)

    Statua di legno di Mokosh

    Polandhero, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

    Mokosh era una dea slava che simboleggiava la vita, la morte e la fertilità, protettrice del destino e del lavoro della donna, come la filatura, la tessitura e la tosatura (8). Si pensava che vegliasse sul parto ed era considerata la "grande sofferente".

    Nell'Europa orientale Mokosh è ancora considerata una forza vitale (9) Le donne anziane cantavano canzoni che raffiguravano la dea Mokosh mentre lavoravano il filo. Mokosh è spesso citata nel folklore come patrona dell'erboristeria, della famiglia e della medicina. Se una donna voleva sposarsi, organizzava cerimonie domestiche per attirare l'attenzione di Mokosh.

    Il venerdì era considerato il giorno speciale per il culto della dea. Mokosh veniva onorata in vari modi: le venivano offerti doni come pane, grano e cereali, ma anche bacche, latticini e semi oleosi. (10)

    9. Hathor (Antico Egitto)

    Statua della dea Hathor

    Immagine per gentile concessione di Roberto Venturini [CC BY 2.0], via flickr.com

    Hathor era il simbolo della maternità, della sessualità, della danza e della musica nella mitologia egizia, era la figlia del dio del sole Ra ed era una dea importante.

    Il simbolo associato a Hathor è costituito da due corna di mucca con il sole in mezzo. Una delle più antiche divinità egizie, Hathor era nota per proteggere le donne durante il parto e per prendersi cura di loro (11). Ampiamente venerata in tutto l'impero, Hathor si occupava anche del benessere psicofisico delle donne.

    Hathor personificava l'amore, la bontà e la festa. Hathor era anche legata al movimento dei pianeti e del cielo ed era responsabile del ringiovanimento ciclico del cosmo. (12)

    10. Tyche (Grecia antica)

    Statua di Tyche

    Bodrumlu55, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

    Tyche era il simbolo della fortuna, della fortuna, del caso e del destino. Tyche era la dea greca della fortuna. Il simbolo legato a Tyche era la ruota. Tyche influiva anche sul destino delle città greche. Gelo, inondazioni e siccità erano tutti evocati da Tyche.

    Si credeva che Tyche portasse con sé un corno pieno di ricchezze e benessere, che spesso rovesciava e donava alle persone fortunate. (13) Tyche era comunemente raffigurata come una giovane e bella fanciulla con le ali che indossava una corona murale. L'immagine di Tyche divenne ben nota come la divinità che si occupava degli affari del mondo.

    A volte l'immagine di Tyche è anche raffigurata in piedi su una palla. La palla rappresenta la fortuna di una persona e la sua instabilità. La palla può rotolare in qualsiasi direzione, così come la fortuna di una persona. Questa palla implica anche la ruota della fortuna e il cerchio del destino.

    Alcune sculture di Tyche la raffigurano con gli occhi bendati, così come in diverse opere d'arte. La benda implica che Tyche distribuiva la fortuna in modo equo, senza alcuna forma di pregiudizio. (14)

    11. Sheela Na Gigs (Culture europee antiche)

    Sheela na Gig, Museo di Llandrindod Wells

    Celuici, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

    Le Sheela Na Gigs sono antiche incisioni di donne nude con la vulva in bella mostra. L'incisione raffigura una donna senza vergogna che mostra una vulva grande ed esagerata.

    In tutta Europa, soprattutto in Gran Bretagna, Francia, Irlanda e Spagna, sono state rinvenute figure superstiti di Sheela Na Gig. Lo scopo esatto di queste incisioni è ancora incerto: alcuni esperti sostengono che venissero utilizzate per proteggere e allontanare gli spiriti maligni, altri ipotizzano che rappresentassero la fertilità e fossero un monito contro la lussuria.

    Le femministe di oggi hanno adottato il simbolo di Sheela Na Gigs per implicare l'emancipazione femminile. Per loro, la sessualità sicura di Sheela mostra il potere e il significato del corpo di una donna (15).

    Il risultato

    Fin dall'antichità, i simboli hanno un significato diffuso che rappresenta la vitalità, l'energia e il potere della femminilità. Quali di questi simboli di forza femminile conoscevate già?

    Fateci sapere nei commenti qui sotto!

    Riferimenti

    1. //symbolsage.com/symbols-of-femininity/
    2. //symbolsage.com/symbols-of-femininity/
    3. //www.ancient-symbols.com/female-symbols
    4. //zennedout.com/the-meanings-origins-of-the-triple-goddess-symbol/
    5. //www.ancient-symbols.com/female-symbols
    6. //symbolsage.com/freya-norse-divinità-amore/
    7. //studycorgi.com/athena-as-important-symbol-for-women
    8. //symbolikon.com/downloads/mokosh-slavic/
    9. //www.ancient-symbols.com/female-symbols
    10. //peskiadmin.ru/it/boginya-makosh-e-simvoly-i-atributi-simvol-makoshi-dlya-oberega-znachenie-makosh.html
    11. //www.ancient-symbols.com/female-symbols
    12. //study.com/academy/lesson/egyptian-goddess-hathor-story-facts-symbols.html
    13. //www.ancient-symbols.com/female-symbols
    14. //symbolsage.com/tyche-greek-fortune-goddess/
    15. //symbolsage.com/symbols-of-femininity/

    Immagine di intestazione della Dea Atena per gentile concessione: foto di Orna Wachman di Pixabay




    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.