9 modi in cui il Nilo ha plasmato l'Antico Egitto

9 modi in cui il Nilo ha plasmato l'Antico Egitto
David Meyer

L'Antico Egitto, costruttore delle Grandi Piramidi, della Sfinge e di altre meraviglie, è stato per lungo tempo una fonte di fascino per il resto del mondo.

Eppure, circondata dalle sabbie e dalla durezza del deserto, se non fosse per il Nilo, la regione sarebbe probabilmente tra le meno adatte a ospitare insediamenti umani.

L'influenza del Nilo sullo sviluppo della società, della storia e delle istituzioni dell'Antico Egitto è stata così significativa che è impossibile comprenderla veramente al di fuori del contesto del grande fiume.

In questo articolo analizzeremo 9 modi in cui il Nilo ha plasmato l'Antico Egitto.

Indice dei contenuti

    1. Costruzione dello Stato

    Sarebbe impossibile per qualsiasi autorità al centro esercitare la propria influenza, propagare la propria cultura e mantenere il dominio sugli altri se fattori come la geografia ne limitassero il movimento.

    Il fiume Nilo ha facilitato la costruzione dello Stato e la centralizzazione del potere nell'Antico Egitto, fungendo da mezzo di comunicazione e trasporto rapido.

    Il movimento di massa di beni, idee e persone ha permesso alla società dell'Antico Egitto di formare e mantenere un'identità unitaria. (1)

    Con l'incursione di gruppi esterni o la loro influenza limitata a causa del deserto del Sahara, la civiltà egizia è stata in grado di durare sostanzialmente intatta per quasi 30 secoli. (2)

    2. Religione

    Dipinto del XIX secolo raffigurante la Sfinge di Giza, in parte sotto la sabbia, con due piramidi sullo sfondo.

    David Roberts / Pubblico dominio

    Il fiume Nilo ha avuto un ruolo centrale nella formazione e nell'evoluzione della religione dell'Antico Egitto.

    Come in altre culture antiche, la religione veniva utilizzata per spiegare i fenomeni naturali, in particolare le inondazioni del Nilo e la pratica dell'agricoltura.

    Molte delle divinità del pantheon dell'Antico Egitto erano associate al fiume, come Hapi, il "Padre della Vita"; Ma'at, la dea della verità, della giustizia e dell'armonia; e Khumn, il dio della rinascita e della creazione. (3)

    Molte attività religiose erano incentrate sull'inondazione annuale del Nilo, con l'intento di rendere felici gli dei affinché potessero benedire le terre con la fertilità e l'abbondanza del fiume. (4)

    3. Società complesse

    Società dell'Antico Egitto ritratta in un rilievo egizio.

    Guarda anche: Simboli del bene e del male e loro significato

    jarekgrafik / Pixabaystä

    Al di fuori della Mesopotamia, l'Antico Egitto fu tra le prime regioni a sperimentare la formazione di insediamenti urbani e società complesse.

    Molte delle sue città più importanti, come Memphis, Tebe e Sais, furono fondate prima del 3200 a.C..

    Per fare un paragone, la prima civiltà in Europa, i Micenei, i precursori degli antichi Greci, sarebbe emersa solo nei 15 secoli successivi (5).

    La chiave per l'emergere di società urbane complesse è un buon ambiente e una forte organizzazione sociale. (6)

    Un buon ambiente comprende l'accesso all'acqua pulita e condizioni favorevoli all'agricoltura per creare un surplus alimentare.

    Tali condizioni permettevano ai membri di una società antica di investire più tempo in attività che andavano oltre la semplice sopravvivenza, come la religione, il commercio e l'artigianato.

    È necessaria anche una forte organizzazione sociale per consentire alle persone di lavorare insieme e di svolgere ruoli diversi all'interno di una gerarchia complessa.

    Per gli antichi Egizi, il fiume Nilo li facilitava in entrambe le cose.

    Le sue inondazioni annuali lasciavano intorno alle sue sponde un terreno molto fertile per le coltivazioni.

    E come già sottolineato in precedenza, la facilità di movimento e di contatto ha permesso la creazione di una società egiziana più coesa e unificata.

    4. Rivoluzione dei media

    Geroglifici su papiro .

    In gran parte del mondo antico, supporti come la pietra, i cocci e l'argilla erano utilizzati principalmente per la scrittura e la registrazione.

    Questo fino all'invenzione del papiro nell'Antico Egitto, che ha reso la documentazione più facile ed economica da conservare, consultare e trasportare.

    L'aumento del numero di opere scritte portò a profondi cambiamenti nell'antico egiziano, aumentandone ulteriormente la complessità e dando vita a una classe intellettuale di scribi (7).

    Il papiro è stato ricavato dalla canna di papiro, una pianta acquatica fluida originariamente originaria del delta del Nilo, dove oggi è in gran parte estinta.

    5. Gestione dell'acqua

    La gestione dell'acqua nell'antico Egitto / Il fiume Nilo

    Jana Tarek / Pixabay

    Sebbene l'inondazione annuale del Nilo fosse relativamente prevedibile e tranquilla, non era sempre perfetta.

    In alcuni anni, le acque alte potrebbero distruggere fattorie e insediamenti, mentre in altri, un'inondazione troppo scarsa potrebbe portare a una carestia.

    Per sfruttare al meglio l'acqua del fiume durante tutto l'anno, gli antichi Egizi svilupparono e utilizzarono molte pratiche di gestione dell'acqua.

    Una delle più comuni era la pratica dell'irrigazione a bacino.

    Intorno ai campi della fattoria è stata creata una cinta di muri di terra a croce.

    Quando il Nilo esondava, l'acqua entrava in questi bacini.

    L'acqua rimaneva in questi bacini anche dopo il ritiro del fiume, consentendo agli Antichi Egizi di mantenere le colture completamente irrigate per molto più tempo. (8)

    6. Ricreazione e sport

    Pesca nell'Antico Egitto / Opere d'arte sulla Tomba di Anchtifi .

    Non sorprende che, per una civiltà incentrata sul Nilo, molte delle sue attività ricreative e sportive fossero legate al fiume.

    La pesca era il passatempo preferito di molti egiziani, sia delle élite che dei comuni cittadini.

    In effetti, gli Egizi potrebbero essere descritti come i pionieri della pesca, avendo introdotto per primi questa pratica nel mondo. (9)

    Inoltre, anche il nuoto era un'attività comune: molti antichi egizi utilizzavano il fiume per praticarlo.

    Tuttavia, i ricchi e i benestanti potevano praticare quest'arte nelle piscine private dei loro palazzi. (10)

    7. Edificio a piramide

    Piramide di Khafre

    Cesar Salazar / Pixabay

    Forse l'aspetto più noto e distinto dell'antica società egizia era la pratica di costruire piramidi come tombe per i faraoni.

    Guarda anche: I 23 principali simboli della maternità e i loro significati

    Tuttavia, la loro costruzione non sarebbe stata possibile senza la presenza del fiume Nilo.

    Con il regno circondato da aridi deserti a est e a ovest, il fiume serviva come una sorta di "autostrada nazionale".

    Le pietre massicce provenienti dalle cave venivano estratte e fatte galleggiare su barche per essere trasportate per centinaia di chilometri verso il sito di costruzione della piramide. (11)

    Una volta scaricata, l'acqua del Nilo veniva utilizzata per bagnare la sabbia e consentire agli operai di trascinare facilmente la pietra nel luogo previsto (12).

    8. L'istituzione del Faraone

    Tempio di Abu Simbel di Ramesse II

    Than217 su Wikipedia inglese / Pubblico dominio

    Un faraone non era solo un re, ma anche un intermediario divino tra gli dei (13).

    Erano responsabili del mantenimento delle virtù di Ma'at (ordine cosmico, equilibrio e giustizia), compresa la difesa dell'Egitto dalle minacce interne ed esterne, umane e non.

    Ma una simile istituzione non sarebbe sorta senza l'influenza del Nilo.

    Senza il Nilo, molti degli eventi chiave che hanno dato origine ai Faraoni non sarebbero accaduti.

    Fu il Nilo a plasmare la religione egizia, a dare origine alla sua stratificazione sociale e a preparare l'unificazione dell'Alto e del Basso Egitto. (14)

    9. Giardinaggio

    Affresco egizio / Stagno in un giardino. Frammento dalla tomba di Nebamun.

    British Museum / Pubblico dominio

    Gli antichi Egizi erano particolarmente appassionati di giardinaggio.

    Templi, palazzi, tombe e persino residenze private avevano i loro giardini.

    Alcuni di questi giardini erano davvero grandiosi, disposti secondo schemi geometrici con laghetti massicci, filari di alberi, pareti e colonne decorate.

    Questa pratica, ovviamente, non sarebbe stata possibile senza una fonte d'acqua facilmente accessibile tutto l'anno, il fiume Nilo (15).

    Nota conclusiva

    In quali altri modi pensate che il fiume Nilo abbia contribuito a plasmare l'Antico Egitto? Partecipate alla discussione nei commenti qui sotto.

    Non dimenticate di condividere questo articolo con altre persone che pensate siano interessate a leggere la storia egiziana.

    Riferimenti

    1. Come il Nilo ha plasmato l'Antico Egitto? eNotes. [Online] 8 31, 2016. //www.enotes.com/homework-help/how-did-nile-shape-ancient-egypt-764449.
    2. Anicent Egypt . Storia.com. [Online] //www.history.com/topics/ancient-history/ancient-egypt.
    3. Il Nilo e la religione egizia.
    4. Emily Teeter, Douglas Brewer. Religion in the Lives of the Ancient Egyptians. gypt and the Egyptians. s.l. : Cambridge University Press, 2002.
    5. Penfield CSD. Civiltà dell'età del bronzo - I Micenei. Antica Grecia.
    6. Lumen. Urbanizzazione e sviluppo delle città.
    7. Houston, Keith. The Book: A Cover-to-Cover Exploration of the Most Powerful Object of our Time (Il libro: un'esplorazione completa dell'oggetto più potente del nostro tempo). s.l. : W. W. Norton & Company, 2016.
    8. L'irrigazione del bacino della Valle del Nilo in Egitto. Postel, Sandra.
    9. Pesca e caccia . [Online] 11 21, 2016. www.reshafim.org.il.
    10. Governo dell'Egitto. Sport dell'antico Egitto. Servizio di informazione dello Stato. [Online] //www.sis.gov.eg/section/722/733?lang=en-us.
    11. Come sono state costruite le piramidi? Costruire la Grande Piramide . [Online] [Citato: 7 13, 2020.] //www.cheops-pyramide.ch/khufu-pyramid/nile-shipping.html
    12. McCoy, Terrence. Il modo sorprendentemente semplice con cui gli egizi spostavano le enormi pietre delle piramidi senza la tecnologia moderna. Washington Post . [Online] 3 2, 2014. //www.washingtonpost.com/news/morning-mix/wp/2014/05/02/the-surprisingly-simple-way-egyptians-moved-massive-pyramid-stones-without-modern-technology/.
    13. National Geographic . Faraoni. National Geographic Reource Library . [Online] //www.nationalgeographic.org/encyclopedia/pharaohs.
    14. Joshua J. Mark. Pharoah . Enciclopedia di storia antica . [Online] //www.ancient.eu/pharaoh/.
    15. Les Jardins. pp. 102,103.



    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.