Faraone Seti I: tomba, campo di morte; discendenza della famiglia

Faraone Seti I: tomba, campo di morte; discendenza della famiglia
David Meyer

Seti I o Menmaatre Seti I (1290-1279 a.C.) è stato un faraone della XIX dinastia del Nuovo Regno d'Egitto. Come per molte date dell'antico Egitto, le date precise del regno di Seti I rimangono un punto di contesa tra gli storici. Una datazione alternativa comune per il regno di Seti I va dal 1294 a.C. al 1279 a.C..

Guarda anche: Simboli di forza interiore con significato

Dopo la sua ascesa al trono, Seti I continuò in gran parte la riforma e la rivitalizzazione dell'Egitto. Suo padre aveva ereditato questi compiti da Horemheb e aveva iniziato a dare il proprio contributo al Tempio di Amon a Karnak, in particolare alla grande sala ipostila. Seti I iniziò anche la costruzione del Grande Tempio di Abydos, che fu lasciato al figlio per essere completato. Ristrutturò anche l'edificio del Tempio di Amon a Karnak.molti santuari e templi trascurati e ha preparato il figlio a governare dopo di lui.

A causa di questo zelo per il restauro, gli antichi egizi chiamavano Seti I il "Ripetitore di Nascite", sostenendo il ripristino dell'ordine tradizionale. Nei 30 anni che separarono il regno di Tutankhamon da quello di Seti, i faraoni si erano concentrati sul restauro dei rilievi mutilati durante il regno di Akhenaton e sul recupero dei confini dell'impero egiziano.

Oggi gli egittologi riconoscono in Seti I il faraone più conosciuto, grazie alla diffusa marcatura delle riparazioni con il suo simbolo.

Indice dei contenuti

    Fatti su Seti I

    • Seti I contribuì alla costruzione della grande Sala Ipostila del Tempio di Amon a Karnak, iniziò la costruzione del Grande Tempio di Abydos e ristrutturò i numerosi santuari e templi trascurati dell'Egitto.
    • Si è impegnato a ripristinare l'ordine tradizionale e a restaurare i rilievi mutilati durante il regno di Akhenaton e a recuperare i confini dell'impero egiziano.
    • Seti I morì per cause sconosciute prima dei quarant'anni.
    • La spettacolare tomba di Seti I è stata scoperta nell'ottobre del 1817 nella Valle dei Re.
    • La sua tomba è decorata con un'arte funeraria mozzafiato che ricopre le pareti, i soffitti e le colonne della tomba con superbi bassorilievi e dipinti che rappresentano il significato e il simbolismo del regno di Seti I.

    La discendenza di Seti I

    Seti I era figlio del faraone Ramesse I e della regina Sitre e padre di Ramesse II. Seti si traduce con "di Set", a indicare che Seti era stato consacrato al servizio del dio Set o "Seth". Seti adottò diversi nomi durante il suo governo. Al momento dell'intronizzazione, assunse il prenome "mn-m3't-r'", solitamente pronunciato in egiziano come Menmaatre, che significa "stabilito è il giudice di Re".Il nome di nascita ampiamente conosciuto è "sty mry-n-ptḥ" o Sety Merenptah, che significa "Uomo di Set, amato da Ptah".

    Seti sposò Tuya, figlia di un luogotenente militare, e insieme ebbero quattro figli. Ramses II, il loro terzo figlio, riuscì a salire al trono nel 1279 a.C. circa.

    La spettacolare tomba di Seti I, decorata in modo straordinario, mostra chiaramente l'importanza del suo governo per l'Egitto. Seti potrebbe essere stato il secondo faraone della XIX dinastia, ma molti studiosi considerano Seti I il più grande di tutti i faraoni del Nuovo Regno.

    Un pedigree militare

    Seti I seguì le orme del padre Ramses I e dimostrò il suo pedigree militare con spedizioni punitive per recuperare il territorio egiziano perso durante il regno introspettivo di Akhenaton.

    I sudditi egiziani di Seti I lo consideravano un formidabile capo militare ed egli si guadagnò diversi titoli militari, tra cui quello di visir, capo arciere e comandante di truppe. Durante il regno del padre, Seti I guidò personalmente molte delle campagne militari di Ramses e continuò questa pratica anche durante il suo regno.

    Ripristinare l'integrità territoriale dell'Egitto

    La vasta esperienza militare acquisita da Seti durante il regno del padre esercitò un'influenza significativa su di lui durante la sua permanenza sul trono. Egli diresse personalmente le campagne militari che si spinsero in Siria e in Libia e continuarono l'espansione orientale dell'Egitto. Dal punto di vista strategico, Seti era motivato dal desiderio di riportare l'Impero egiziano alla gloria passata, stabilita dalla XVIII dinastia. Le sue forzeLe sue azioni decisive impedirono l'invasione dell'Egitto da parte degli Ittiti.

    La magnifica tomba di Seti I

    La grandiosa tomba di Seti I fu scoperta nell'ottobre del 1817 dal colorato archeologo Giovanni Belzoni. Scavata nella Valle dei Re, nella parte occidentale di Tebe, la tomba è decorata con uno stupendo spettacolo di arte funeraria. Le sue pitture decorative ricoprono le intere pareti, i soffitti e le colonne della tomba. Questi superbi bassorilievi e pitture rappresentano una ricca registrazione di informazioni di inestimabile valore che trasmettono la storia di Seti I e della sua famiglia.significato e simbolismo dell'epoca di Seti I.

    Guarda anche: I 15 principali simboli di trasformazione con i loro significati

    In privato, Belzoni considerava quella di Seti I forse la tomba più bella di tutti i faraoni: passaggi mascherati conducevano a stanze nascoste, mentre lunghi corridoi servivano a distrarre e confondere i potenziali ladri di tombe. Nonostante l'incredibile tomba, il sarcofago e la mummia di Seti risultarono scomparsi. Passarono altri 70 anni prima che gli archeologi scoprissero l'ultimo luogo di riposo di Seti I.

    La morte di Seti I

    Nel 1881, la mummia di Seti fu rinvenuta tra le mummie di Deir el-Bahri. I danni al sarcofago di alabastro suggerirono che la sua tomba era stata depredata in tempi antichi e il suo corpo disturbato dai ladri. La mummia di Seti era leggermente danneggiata, ma era stata rispettosamente avvolta di nuovo.

    L'esame della mummia di Seti I ha rivelato che probabilmente morì per cause sconosciute prima dei quarant'anni. Alcuni storici ipotizzano che Seti I sia morto per una malattia cardiaca. Durante la mummificazione, i cuori della maggior parte dei faraoni venivano lasciati al loro posto. Il cuore mummificato di Seti I è stato trovato sul lato sbagliato del corpo quando la sua mummia è stata esaminata. Questa scoperta ha fatto nascere la teoria secondo cui il cuore di Seti I era statotrasferita nel tentativo di ripulirla dall'impurità o dalla malattia.

    Riflettere sul passato

    Forse non conosciamo le date effettive del regno di Seti I, ma i suoi successi militari e i suoi progetti di costruzione contribuirono molto a ripristinare la stabilità e la prosperità dell'antico Egitto.

    Immagine di testa per gentile concessione: Daderot [CC0], via Wikimedia Commons




    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.