I 10 fiori che simboleggiano la perdita

I 10 fiori che simboleggiano la perdita
David Meyer

La vita comporta di tanto in tanto delle perdite, il che è del tutto naturale e prevedibile.

Tuttavia, il lutto non è sempre facile, ed è per questo che ci sono alcuni fiori che vengono spesso utilizzati per simboleggiare la perdita, il dolore e la tristezza.

Quando si ha familiarità con i fiori che simboleggiano la perdita e la tristezza, si può cercare una composizione floreale adatta a qualsiasi occasione, compresi i funerali e quelli ospitati per ricordare una perdita.

I fiori che simboleggiano la perdita sono: gigli bianchi, rose, crisantemi, garofani bianchi, orchidee, dianthus, rafflesia, giglio rosso, aconito/lupo e Dracula (orchidea scimmia).

Indice dei contenuti

    1. Gigli bianchi

    Gigli bianchi

    Immagine di Eleonora Sky da Pexels

    I gigli, più comunemente quelli bianchi, sono alcuni dei fiori più simbolici utilizzati per vari scopi, come il lutto e l'addio dopo la perdita di una persona cara.

    Guarda anche: I 18 principali simboli di gentilezza e compassione con il loro significato

    Il giglio bianco è uno dei fiori più utilizzati in occasione di commemorazioni e funerali e ha una ricca storia di antiche credenze e superstizioni legate al fiore stesso.

    Il più delle volte, la scelta migliore di un giglio per rappresentare il lutto, la compassione, la tristezza o la perdita è il giglio bianco stargazer.

    Poiché il giglio rappresenta tipicamente l'innocenza, la purezza e la sacralità della vita, è una scelta adatta come fiore da esporre nei momenti bui e tristi, come ad esempio durante un funerale.

    Il giglio della pace, un giglio che si presenta con petali bianchi e verdi, è un'altra pianta da fiore adatta a chi cerca un fiore che simboleggi il lutto e la perdita.

    2. Rose

    Rosa Bianca

    Foto di Sarah Coates su Unsplash

    Quando si pensa a una rosa per la prima volta, si può pensare a una rosa rossa brillante, comunemente associata a un amore romantico profondo e incrollabile.

    Tuttavia, sapevate che in alcuni casi una rosa cremisi scura può anche essere indice di un lutto o di una perdita?

    Non solo una rosa cremisi può rappresentare la perdita e il lutto, ma anche una rosa nera può essere esposta per mostrare i sentimenti di vuoto o di dolore totale di un individuo.

    Sebbene non sia possibile trovare una rosa nera in natura, non è raro che una rosa nera venga dipinta o tinta per un corteo funebre o un monumento commemorativo, soprattutto se la persona scomparsa amava particolarmente le rose nella sua vita quotidiana.

    Una rosa nera può significare tutto, dalla perdita e dal lutto alla gelosia e alla rabbia per una sordida relazione amorosa.

    Anche se non è sempre la scelta migliore per un funerale, può essere una selezione adatta se la persona amata avrebbe preferito rose nere o cremisi per ricordarla.

    3. Crisantemi

    Crisantemo

    Cortesia immagine: pxfuel.com

    Il fiore del crisantemo, comunemente chiamato anche fiore della mamma, ha assunto molti significati e ruoli nella società e nelle culture di oggi.

    Appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, i crisantemi sono solo un fiore delle oltre 23.000 specie totali, che fanno delle Asteraceae la più grande famiglia floreale oggi conosciuta dall'uomo.

    Nel corso della storia, i crisantemi sono stati strettamente legati alla morte e al lutto (insieme alla positività e all'amicizia), sebbene possano anche essere un regalo adatto agli altri, a seconda del colore dei crisantemi che si sceglie di perdere.

    Dopo molte guerre, anche in seguito alla prima guerra mondiale, i crisantemi sono stati posti lungo le tombe dei soldati francesi come omaggio al sacrificio dei soldati e alla loro volontà di morire per la libertà dei propri connazionali.

    Il più delle volte il crisantemo giallo viene utilizzato per rappresentare la perdita e il dolore, ma il crisantemo viola può anche rappresentare un augurio, che può essere adatto a un corteo funebre.

    4. Garofani bianchi

    Garofano bianco

    Foresta & campo; Kim Starr, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

    Un altro fiore estremamente popolare e conosciuto in tutto il mondo è il classico garofano.

    Sebbene la maggior parte dei garofani possa essere usata, regalata e mostrata per scopi positivi e situazioni felici, è importante notare che il più delle volte, nel corso della storia, il garofano bianco è stato usato come rappresentazione di perdita, morte, lutto e compassione.

    Il garofano bianco è considerato un potente simbolo di rispetto e tristezza, motivo per cui questi fiori sono spesso esposti durante i funerali, le veglie funebri e le commemorazioni.

    I garofani bianchi, a differenza di quelli rosa, che pure significano amore e innocenza, rappresentano spesso la purezza e la preziosità della vita, il che può spiegare perché molti usano i garofani bianchi come segno del proprio dolore.

    5. Orchidee

    Un fiore di orchidea

    Cortesia immagine: pikrepo.com

    Un altro fiore unico e particolare è l'orchidea, che può essere utilizzata per simboleggiare la perdita e il dolore per la perdita di una persona cara.

    Il nome "orchidea" deriva in realtà da "orchis", una parola greca che può essere tradotta essenzialmente in "testicoli", che ricorda la forma del flusso dell'orchidea e dei suoi stessi petali.

    Il fiore dell'orchidea può essere regalato utilizzando varie tonalità di orchidee rosa e bianche, note per la loro energia positiva e la loro ricca storia.

    Le orchidee phalaenopsis e dendrobium sono molto spesso i due tipi di orchidee che è opportuno regalare.

    Tuttavia, dal punto di vista simbolico, il fiore dell'orchidea è stato usato come simbolo di fertilità e come medicinale per aiutare a curare e assistere chi soffre.

    L'utilizzo di orchidee bianche dopo una perdita è un'ode alla forza vitale, alla purezza e all'innocenza dell'individuo, anche dopo la sua scomparsa.

    6. Dianthus

    Dianthus

    Foto di e (c)2008 Derek Ramsey (Ram-Man). La co-attribuzione deve essere data al Chanticleer Garden, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

    Il fiore di Dianthus è un fiore bellissimo e raro, vibrante ed estremamente unico nel suo design.

    Appartenente alla famiglia delle Caryophyllaceae, il fiore di Dianthus è solo una delle oltre 300 specie totali.

    Tuttavia, sebbene il Dianthus abbia una famiglia molto estesa, non è sempre comune trovare fiori quando si passeggia in giro.

    Nella storia greca, i fiori di dianthus venivano scelti per realizzare corone cerimoniali in occasione di diverse celebrazioni.

    La parola stessa, Dianthus, deriva dalle parole greche "dios" (Dio) e "anthos" (fiore).

    Il fiore di Dianthus si può tradurre vagamente in "fiore celeste", motivo per cui alcuni preferiscono esporre il Dianthus dopo aver subito una perdita o durante il processo di elaborazione del lutto.

    7. Rafflesia

    Rafflesia

    Utente:Rendra Regen Rais, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

    Il fiore della Rafflesia, originario dei climi tropicali e subtropicali del sud-est asiatico, appartiene alla famiglia delle Rafflesiaceae, che comprende circa 20 sottospecie (compreso il fiore della Rafflesia stessa).

    Guarda anche: Tempio di Edfu (Tempio di Horus)

    La Rafflesia è un fiore massiccio e troppo cresciuto che sembra avere petali arancioni e rossastri simili al cuoio, che conferiscono a questo fiore un aspetto davvero unico, soprattutto se trovato per caso in natura.

    Il fiore stesso prende il nome da Sir Stamford Raffles, fondatore della colonia britannica di Singapore, dove la Rafflesia fu scoperta per la prima volta.

    Sebbene il fiore della Rafflesia sia attraente e appariscente, la sua natura è estremamente parassitaria, motivo per cui il fiore è noto per essere strettamente associato alla perdita e alla morte.

    8. Giglio ragno rosso (Lycoris)

    Lycoris

    Yasunori Koide, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

    Il giglio rosso, o fiore di lycoris, appartiene alla famiglia delle Amaryllidaceae, che conta circa 20 specie in totale.

    Il giglio rosso si trova in gran parte dell'Asia orientale, come in Giappone e in varie regioni della Cina.

    I fiori stessi sono di diversi colori, dal rosa e giallo al rosso e bianco.

    Gli steli del lycoris sono estremamente alti e tozzi e comprendono stami allungati che fanno apparire il fiore come un ragno a prima vista.

    Il fiore (Lycoris) prende il nome dall'amante di Marco Antonio, che si chiamava appunto Lycoris.

    Oggi il giglio ragno è noto come simbolo sia della reincarnazione della vita che della morte, motivo per cui a volte viene esposto in modo evidente dopo la perdita di una persona cara.

    9. Aconito/Albagianni

    Aconito/Albagianni

    Jean-Pol GRANDMONT, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

    A seconda di dove vi trovate nel mondo, è probabile che abbiate sentito parlare almeno una volta di aconito o di aconito.

    L'aconito, noto anche come aconitum nella comunità scientifica, è un fiore della famiglia delle Ranunculaceae che conta più di 300 specie in totale.

    Il fiore dell'aconito comprende grandi petali che sembrano crescere verso il basso e a forma di cono.

    È possibile trovare i fiori di aconito/aconito dei lupi in tutto l'emisfero settentrionale, in molti paesi del mondo.

    L'aconito, il nome del genere dell'aconito, deriva dalla parola greca "akonitos", che può essere tradotta in "cono appuntito", con riferimento ai petali potenzialmente letali della pianta.

    A causa della natura velenosa dell'aconito, è comunemente associato alla perdita, alla morte e alla prudenza.

    10. Dracula (Orchidea scimmia)

    Fiore di Dracula

    Kilitz Photography, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

    Anche se questo fiore può sembrare semplicemente simile a una scimmia, ha una ricca storia.

    La Dracula, comunemente chiamata anche orchidea scimmia, conta più di 100 specie e fa parte della famiglia delle Orchidaceae che si trovano in tutto il Sud America e in alcune zone dell'America centrale.

    Il nome "Dracula" deriva dalle caratteristiche intimidatorie della pianta e dal suo aspetto spettrale, simile a quello di Dracula stesso.

    Nella storia e nelle antiche leggende, l'orchidea scimmia ha rappresentato il potere, l'autorità assoluta, l'energia negativa e, in alcuni casi, anche la morte e la perdita.

    Sintesi

    Conoscere i fiori che simboleggiano una perdita può aiutare a prepararsi meglio per una commemorazione, un funerale o una riunione.

    Quando si sa quali sono i fiori più adatti per dire addio ai propri cari o per chiudere una vicenda, si può trovare una composizione floreale adatta a qualsiasi situazione.

    Immagine di testa per gentile concessione: Foto di James Lee da Pexels




    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.