Il simbolismo dell'ananas (i 6 principali significati)

Il simbolismo dell'ananas (i 6 principali significati)
David Meyer

Nel corso della storia, l'ananas è stato uno dei frutti più ricercati e si è guadagnato uno status che nessun altro frutto ha. Richiede un clima specifico per ottenere le giuste dimensioni e il giusto sapore, quindi l'offerta è sempre stata limitata.

Anche con le moderne tecniche di coltivazione che hanno contribuito ad aumentare la produzione di ananas, la loro disponibilità è ancora molto inferiore a quella di altri frutti come le mele e le banane. Nel corso della storia sono stati associati a status, bellezza, guerra, ospitalità e molto altro ancora.

Continuate a leggere per saperne di più sul significato di questo delizioso frutto.

Gli ananas simboleggiano "il meglio" di qualcosa, il lusso, la ricchezza, l'ospitalità, i viaggi, la conquista, la bellezza e la guerra.

Indice dei contenuti

    1. Il migliore

    Anche oggi l'ananas non è il frutto più economico che si possa acquistare: in passato, quando la produzione era molto più bassa e il trasporto della frutta su lunghe distanze era costoso, l'ananas era considerato un bene di lusso di cui godevano solo le persone ricche. [1]

    Guarda anche: I 15 principali simboli della vittoria con i loro significati Foto di Phoenix Han su Unsplash

    Erano quindi considerati un segno di alta qualità e "il meglio" di qualcosa.

    Nelle conversazioni, le cose venivano spesso chiamate "l'ananas del loro genere" o "quella persona è un vero ananas". Nel XVIII secolo, la frase "un ananas del miglior sapore" era un'espressione comune per dire che qualcosa era della massima qualità.

    2. Lusso e ricchezza

    Essendo costosi e spesso molto limitati, erano accessibili solo ai ricchi. In Europa, gli ananas divennero un importante status symbol e un modo per ostentare il proprio potere e il proprio denaro.

    Fette di ananas succose su un tavolo di legno

    Erano anche piuttosto difficili da ottenere, quindi il solo fatto di poterne acquistare uno era qualcosa di cui vantarsi.

    Durante il XVII e il XVIII secolo, gli ananas erano un bene così prezioso che venivano usati come oggetti decorativi, non come cibo. [2]

    Le persone ne acquistavano uno e lo esponevano nella loro sala da pranzo davanti agli ospiti per dimostrare quanto fossero ricchi e benestanti. Chi non poteva permettersi di acquistarlo poteva affittarlo per un giorno e usarlo come decorazione. Le persone che possedevano ananas li tenevano in mostra fino a quando non cominciavano ad andare a male.

    In quel periodo, la coltivazione di questo frutto era anche estremamente costosa: gli ananas richiedono molta manutenzione e cure durante tutto l'anno per ottenere un buon raccolto, e per questa operazione sono necessari agricoltori esperti.

    In Europa, i proprietari che sceglievano di coltivare ananas erano considerati l'1% della popolazione, o forse lo 0,1%, in quanto avevano i mezzi per possederli e coltivarli. Dati i costi elevati, coltivarli localmente in Inghilterra e Scozia era altrettanto costoso, se non di più, che importarli.

    Un famoso esempio di ricchezza è il Dunmore Pineapple, costruito da Job Murray, che era il quarto conte di Dunmore, nel 1761.

    Il fulcro dell'edificio è un ananas alto 14 metri (quasi 50 piedi), il cui scopo era mostrare il potere della famiglia reale attraverso il simbolismo della sua capacità di coltivare un frutto così pregiato nel clima freddo della Scozia.

    3. Ospitalità

    Si dice che quando gli europei visitarono per la prima volta le Americhe, videro degli ananas appesi fuori dalle case degli indigeni e pensarono che questo segno significasse che gli ospiti e i visitatori erano i benvenuti. [3]

    Questo ha contribuito a stabilire la tendenza dell'uso dell'ananas come elemento decorativo nelle case europee. Il fatto che qualcuno mostrasse un frutto così costoso per gli ospiti dimostrava la sua ricchezza, ma anche la sua ospitalità, poiché era disposto a pagare un prezzo elevato per il piacere dei suoi ospiti.

    Altre storie europee raccontano che quando i marinai, in particolare i capitani delle navi, tornavano dai loro viaggi nelle Americhe, appendevano gli ananas fuori dalle loro case.

    Questo era un modo per dire ai vicini e al pubblico in generale che erano tornati e che le persone erano benvenute a casa per ascoltare le loro avventure in mare.

    4. Viaggi e conquiste

    In passato, era molto comune che i viaggiatori e gli esploratori tornassero con nuove e interessanti scoperte da terre lontane.

    I prodotti commestibili erano i preferiti da portare con sé, e tra questi l'esotico ananas era uno degli oggetti più apprezzati. Gli esploratori portarono con sé anche pepe nero, nuovi tipi di pesce e persino ghiaccio.

    L'Europa non è mai stata una grande produttrice di prodotti agricoli e questi oggetti erano ricercati in paesi come la Spagna, l'Inghilterra e la Francia.

    5. Bellezza

    Alcuni dei più grandi pensatori, filosofi e persino matematici hanno discusso su cosa sia la bellezza.

    Anche se si tratta di una scelta personale, non c'è dubbio che le cose con simmetria ed equilibrio siano piacevoli alla vista. A questo proposito, l'ananas è un frutto unico con un bellissimo disegno costruito con una simmetria quasi perfetta.

    Foto di Thereal Snite su Unsplash

    Anche le foglie sulla sommità del frutto seguono la sequenza di Fibonacci e ancora oggi è considerato un frutto molto attraente dal punto di vista visivo.

    6. Guerra

    Huitzilopochtli, dio azteco

    Huitzilopochtli è il dio azteco della guerra. Gli Aztechi dedicavano spesso ananas come offerta a questo particolare dio. Nelle loro illustrazioni di Huitzilopochtli, lo si vede spesso portare ananas o circondato da ananas.

    Guarda anche: I 15 principali simboli degli anni '70 con il loro significato

    Conclusione

    L'ananas era spesso di difficile accesso e il suo utilizzo nella vita quotidiana dipendeva molto dalla sua disponibilità. Si è guadagnato una reputazione per molte cose diverse.

    Oggi questo frutto è disponibile nella maggior parte del mondo e raramente si pensa a quale potesse essere la sua importanza in passato: è un potente simbolo di potere, denaro, viaggi, guerra e molto altro ancora!

    Riferimenti:

    1. //www.millersguild.com/what-does-the-pineapple-symbolize/
    2. //symbolismandmetaphor.com/pineapple-symbolism/
    3. //www.southernkitchen.com/story/entertain/2021/07/22/how-pineapple-became-ultimate-symbol-southern-hospitality/8059924002/



    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.