La storia della moda francese in una linea del tempo

La storia della moda francese in una linea del tempo
David Meyer

La moda francese è vecchia di secoli, anzi, è vecchia quanto voi. Dato che probabilmente troverete alcuni elementi della moda francese indipendentemente dal secolo, è meglio allacciarsi le cinture perché vi aspetta un lungo viaggio.

Ripercorriamo i secoli e individuiamo le rivoluzioni della moda nel corso degli anni. Questi cambiamenti sono ciò che distingue la Francia da molti altri paesi del mondo ed è il motivo per cui si guarda ancora alla Francia per la moda!

Indice dei contenuti

    Moda francese dall'XI al XIII secolo

    La moda francese ha vissuto un turbine di cambiamenti durante il periodo medievale. Le variazioni erano così frequenti e improvvise che le persone avevano a malapena il tempo di riprendere fiato prima che le nuove tendenze venissero imposte loro.

    XI secolo

    Durante l'XI secolo, gli uomini erano abituati alle loro tuniche lunghe e con le maniche strette. La moda in Francia era adottata dalle tendenze popolari in Germania, dato che gli indumenti per le gambe erano identici a quelli della regione. La nobiltà indossava abiti tagliati con il tessuto di seta regale, che veniva usato in modo stravagante.

    Le classi inferiori utilizzavano abiti a prezzi accessibili, con lunghezze standard e disegni semplici.

    12° secolo

    Con l'avvento del XII secolo, l'atteggiamento nei confronti della moda iniziò a cambiare: anche se la maggior parte del modo di vestire, sia per gli uomini che per le donne, rimase invariato, le tendenze iniziarono a mostrare leggere differenze.

    Durante il XII secolo, le donne indossavano un abito lungo e largo legato sopra gli indumenti intimi. Una cintura sosteneva l'abito. Gli uomini erano soliti indossare un abito simile, ma non era così scollato come gli abiti femminili ed era legato da una coulisse.

    Gli abiti femminili iniziarono a subire lievi cambiamenti, come i cappotti, che vennero tagliati corti e dotati di cinture da annodare intorno alla vita per accentuarli.

    Anche gli uomini erano soliti indossare un mantello drappeggiato sopra l'abito, lungo abbastanza da cadere appena sopra le ginocchia e fissato da costose fibbie, che copriva l'abbigliamento delle gambe, tenuto su da una cintura.

    Come accessorio si usavano fazzoletti da legare intorno alla testa e gli uomini preferivano stivali alti, come i tedeschi.

    Anche le maniche cambiano: non sono più aderenti, si allentano sempre di più nella parte superiore e vengono aggiunti dei bottoni vicino al polso per stringerle. Per le donne, alcuni stili prevedono una manica più stretta che si allenta verso la fine, come una svasatura.

    13° secolo

    Nel XIII secolo si creò una netta differenza tra l'abbigliamento cerimoniale e quello di routine: il sopra e la biancheria intima erano gli stessi, ma le maniche erano rilassate o tagliate e anche lo stile del mantello cambiava.

    La manica fu resa più comoda. In questo secolo la moda francese fece nascere anche il popolare pantalone, che copriva contemporaneamente le gambe e la parte inferiore del tronco. Questi pantaloni furono modificati nel corso dei secoli per renderli più comodi. Erano fatti di lana, seta o altri tessuti pregiati ed erano di colore brillante.

    Il mantello fu accorciato fino ad arrivare appena sopra i fianchi, perché non serviva più a nascondere la parte inferiore. Al mantello fu anche attaccato un mantello, creando così un nuovo copricapo!

    Tuttavia, molti cambiamenti dovevano ancora essere testimoniati nei secoli a venire!

    Guarda anche: Il governo nel Medioevo

    La moda francese nel 1500

    Moda francese del 1500

    Cortesia immagine: jenikirbyhistory.getarchive.net

    Questo breve periodo cambiò temporaneamente la moda in Francia e diede il via a diverse modifiche apportate nei secoli successivi. Con il fiorire della monarchia, la regalità fu adottata con orgoglio: stoffe spesse e a più strati furono abbinate a colori audaci e guarnizioni stravaganti.

    La forma alta fu sostituita da una maggiore ampiezza dei fianchi per gli abiti femminili. Le maniche erano gonfie con belle fodere. La moda francese assomigliava alle sfarzose corti francesi. Con l'afflusso dell'oro in Francia, anche le stoffe più costose erano incoraggiate a vestirsi in modo ricco.

    I ricami divennero ancora più intricati, con forme geometriche che abbellivano anche gli abiti più semplici. L'oro veniva aggiunto qua e là ai tessuti per dare un tocco regale. La gente amava sfoggiare il giallo, il rosso e il nero.

    La moda francese dal 1600 al 1800

    Moda femminile francese 1800

    Immagine per gentile concessione: CharmaineZoe's Marvelous Melange flickr.com / (CC BY 2.0)

    La moda in Francia era soggetta a cambiamenti a seconda della politica, della ricchezza e dell'influenza straniera dell'epoca. Gli ultimi secoli non furono estranei a questa evoluzione.

    Il 1600

    Gli uomini sfoggiavano ogni tipo di tessuto, tra cui seta, raso, pizzi elaborati e gioielli. Non erano solo le donne a indossare gioielli vistosi, ma anche gli uomini li apprezzavano perché erano un segno di ricchezza. Le doppiette erano molto diffuse e venivano indossate con biancheria ricamata e ben aderente.

    Con l'avanzare degli anni, nacquero i colletti, che sporgevano dal viso e mettevano in risalto la barba. Con il tempo, le doppiette e le maniche vennero allentate, vennero aggiunti i bottoni e le persone ebbero maggiore libertà di adattamento.

    Per le donne, la stoffa veniva modellata in modo da formare un corpetto che veniva regolato in base alla scollatura. Le scollature variavano a seconda dell'occasione. Le donne potevano anche aggiungere dei colletti. Come l'abbigliamento maschile, anche quello femminile si allentava con il tempo.

    Il 1700

    I tessuti più pesanti lasciarono il posto a sete più semplici e a cotoni indiani o damaschi. I colori divennero più chiari e vennero aggiunte delle pieghe sul retro dell'abito per una migliore caduta. L'abbigliamento maschile rimase più o meno lo stesso.

    Guarda anche: Simbolismo del corvo celtico (Top 10 significati)

    Il 1800

    In questo periodo la moda in Francia sta cambiando rapidamente. Dopo la rivoluzione francese, Napoleone Bonaparte reintroduce la seta in Francia per farne il leader dell'industria tessile nel mondo. Questo porta a stravaganti abiti a vita alta con corpetti più corti realizzati in seta.

    L'arte e la moda greca e mediorientale influenzarono la moda francese dell'epoca. Gli effetti si propagarono in Gran Bretagna, che iniziò a seguire le linee di cintura più alte.

    Per gli uomini l'abbigliamento divenne più sciolto e comodo, caratterizzato da braghe e frac, mentre come accessorio si indossavano cappelli a cilindro e si sostituivano i mantelli con i cappotti.

    La moda francese dal 1900 a oggi

    Una donna che indossa abiti del XXI secolo moda

    Immagine per gentile concessione: Pexels

    Questo è stato il periodo più eccitante della storia della moda francese! Probabilmente è quello che stavate aspettando. Entriamo subito nel vivo!

    Dal 1910 al 1920

    In questo periodo si sfoggiavano gli immancabili corsetti per una figura a clessidra, che spesso provocavano svenimenti e pressioni sugli organi, causando diverse malattie. Gli abiti erano più conservativi e nascondevano la maggior parte della pelle.

    Le donne esprimevano il loro desiderio di libertà con ombrellini, cappelli, maniche o gioielli dai colori vivaci. Gli accessori divennero importanti. La Prima Guerra Mondiale abbandonò il popolare corsetto e modificò il modo di vestire per garantire il comfort, in modo che le donne potessero assistere il paese.

    Dal 1920 al 1930

    Questo periodo vide l'ascesa di Coco Chanel, che introdusse il suo "tubino nero", che veniva modificato in base alle richieste degli acquirenti. Le donne iniziarono ad assomigliare a Chanel con i loro tagli di capelli e cappelli da maschiaccio.

    1930

    Questo periodo è stato a dir poco rivoluzionario: per la prima volta le donne hanno potuto scegliere di indossare i pantaloni, lasciando spazio a pantaloncini, gonne più piccole, gonne più strette e all'iconico foulard.

    1940

    Gli anni '40 rivoluzionarono per sempre il modo di vestire. La moda non era più fatta su misura. La produzione di massa fu introdotta nell'industria della moda e ben presto i vestiti di marca divennero un'abitudine. Questi erano leggermente più minimalisti rispetto agli abiti del passato. Le donne continuavano a disegnare i loro abiti, ma preferivano acquistare la maggior parte di essi dagli stilisti.

    1950

    In quest'epoca c'è una richiesta di stili femminili. La moda francese inizia a essere influenzata dagli stili country o chic degli Stati Uniti. Mini shorts e top curvy invadono il mercato.

    Vedi anche: La moda francese negli anni '50

    1960-1970

    Le donne preferivano abiti comodi ed erano disposte a scendere a compromessi in fatto di stile. La dipendenza dai capi pronti per l'uso divenne più pronunciata. Inoltre, mettevano in mostra le loro lunghe gambe con gonne più piccole o pantaloni più stretti. L'era hippie aggiunse anche stili più divertenti al mix.

    Vedi anche: La moda francese negli anni '60

    Vedi anche: La moda francese degli anni '70

    1980

    Gli anni '80 sono stati un periodo in cui si sono visti molti abiti sportivi molto più brillanti rispetto al passato. I top sono diventati più corti e hanno iniziato ad essere abbinati ai maglioni. L'era della discoteca ha introdotto i top al neon che facevano risaltare gli outfit!

    1990

    La gente iniziò ad abbandonare il colore e il pop degli anni '80 per passare a semplici felpe, jeans e giacche con stampe sottili. I jeans erano larghi, ispirati alla cultura hip-hop. La moda francese iniziò a imitare le gonne o i pantaloni larghi e i top più stretti delle celebrità degli Stati Uniti.

    21° secolo

    Con l'ingresso nel XXI secolo, si assiste a un mix di tutte le tendenze che abbiamo visto nel corso degli anni. La moda francese si è trasformata da stili conservatori a un abbigliamento atletico e rilassato. La moda è diventata un modo per esprimere se stessi.

    Gli anni 2000 sono passati gradualmente da crop top, mom jeans e look da ragazzo a gonne eleganti che abbracciano la figura, accentuando le curve femminili. Gli uomini hanno iniziato ad abbracciare stili sobri che sfoggiano abiti o cappotti in materiali pregiati.

    Per riassumere

    Indipendentemente dallo stile del secolo, del decennio o dell'anno, continuiamo a lasciare un segno unico nel mondo vestendoci come preferiamo. Lo stile unico ha portato a sottoculture e dichiarazioni di moda che causano una rivoluzione nella moda.

    Ecco i secoli a venire e molte altre tendenze che continueranno a cambiare la moda francese. Forse scriveremo un altro articolo per voi cinquant'anni dopo, delineando i cambiamenti della moda francese nel corso del XXI secolo. Fino ad allora, au revoir!

    Immagine di testa per gentile concessione: Joeman Empire, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons




    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.