Seth: Dio del caos, delle tempeste e della guerra

Seth: Dio del caos, delle tempeste e della guerra
David Meyer

Seth era il dio del caos, delle tempeste e della guerra dell'antico Egitto. Conosciuto dagli antichi egizi anche come Seth e Suetekh, Seth era il fratello di Horus il Vecchio, di Osiride e Iside, fratello-marito di Nefti e zio di Horus il Giovane. Tawaret, la dea egizia dalla testa di ippopotamo della fertilità e del parto, era l'altra moglie di Seth.

Una delle cinque divinità iniziali, nate dall'unione tra Geb, o terra, e Nut, o cielo, dopo la creazione del mondo; il suo nome si traduce in "distruttore" e "istigatore di confusione"; Seth era legato al colore rosso, all'aspro terreno desertico, alle popolazioni straniere e al disordine, il che fornisce una visione illuminante della psiche egizia.

Occasionalmente Seth viene raffigurato come una bestia arruffata dal pelo rosso, completa di zoccoli e coda biforcuta, oppure come una creatura rossa e molto arruffata simile a un cane. I suoi animali totem erano il coccodrillo, l'ippopotamo, il grifone e la tartaruga, ma era principalmente collegato a una forma di serpente.

Indice dei contenuti

    Fatti su Seth

    • Seth era il dio del caos, della guerra, delle tempeste, dell'oscurità, del deserto e della siccità nell'antico Egitto.
    • Seth era una delle cinque divinità osiraniche, fratello di Horus il Vecchio, di Osiride e di Iside, marito e fratello di Nefti e zio di Horus il Giovane.
    • L'altra moglie di Seth era la dea egiziana del parto e della fertilità, Tawaret, dalla testa di ippopotamo.
    • Seth fu uno dei primi cinque dei nati dal dio Geb e dalla dea del cielo Nut dopo la creazione del mondo.
    • Il nome di Seth significa "distruttore" e "istigatore di confusione".
    • Seth era identificato con il colore rosso, il disordine, le persone provenienti da terre straniere e i terreni aridi e desertici.
    • Seth è raffigurato come una creatura arruffata, simile a un cane rosso, o come una bestia arruffata dal pelo rosso, con una coda biforcuta e zoccoli a zampa d'elefante.
    • Il serpente era la sua forma primaria
    • I suoi animali totem erano il coccodrillo, la tartaruga, il grifone e l'ippopotamo.
    • I principali centri di culto di Seth erano Avaris e Ombos.
    • Seth uccise Osiride, il cui figlio, Horus, in seguito vendicò il padre uccidendo Seth.

    Le origini di Seth

    Originariamente dio dell'Alto Egitto, a sud, e delle terre desolate al di là dei confini dell'Egitto, Seth era conosciuto come il "Sovrano del Sud" Seth e il "Signore del Deserto".

    Originario del primo periodo dinastico egiziano (dal 3150 al 2613 a.C. circa), Seth era una divinità amica proveniente dal regno dell'Alto Egitto, il cui nome veniva invocato per creare incantesimi d'amore e spesso inciso su ciondoli d'amore. Seth fu il dio che salvò Ra, il dio del sole, da Apophis il serpente, una creatura malvagia che tentò di fermare il viaggio del dio del sole attraverso il cielo notturno fino all'alba. Seth era ancheraffigurato come un protettore che assisteva le persone durante la loro vita e le aiutava dopo la loro morte.

    Nel Nuovo Regno (1570-1069 a.C.), Seth era ormai noto come il primo assassino, che prima uccise Osiride, suo fratello maggiore, per conquistare il potere sul mondo, e poi tentò di uccidere Horus, il figlio di Osiride. Il motivo per cui l'immagine e gli attributi di Seth cambiarono, passando da dio-eroe ad avversario della giustizia e dell'armonia, resta sconosciuto. Una volta che il mito di Osiride divenne popolare nel Nuovo Regno, la conversione di SethLa gente comune e i faraoni, come Sethi I, Sethhnakhte e Sethi II, continuarono a invocare il suo nome per chiedere aiuto. Seth era anche legato a divinità lontane, come la dea guerriera Anat di Ugarit e Astarte, la regina del cielo della Fenicia. Gli studiosi ritengono che fosse una manifestazione del vasto paesaggio desertico arido e sterile e delle terre straniere al di là dell'Egitto.

    La storia mitica di Seth

    Come primogenito degli dèi, Osiride era il sovrano del mondo, che per gli antichi egizi implicava le loro terre egiziane. Osiride vedeva il suo popolo come incivile, quindi donò loro la cultura e l'agricoltura, creò leggi e mostrò loro i riti appropriati per adorare i loro dèi.

    Seth invidiava il potere di Osiride, risentendosi del suo successo. Questa acrimonia divenne più intensa dopo che Nefti, sua moglie, affascinata dall'avvenenza di Osiride, si travestì da Iside, sedusse Osiride e ne ebbe come figlio il dio Anubi.

    Seth fece costruire un maestoso scrigno che corrispondeva alle misure precise di Osiride. Organizzò una festa sontuosa e dopo il banchetto annunciò una sorpresa speciale. Svelò il suo scrigno e annunciò che chiunque si fosse adattato esattamente al suo interno avrebbe potuto portarlo con sé. Ognuno dei suoi ospiti provò lo scrigno. Alla fine Osiride lo provò e scoprì che gli calzava a pennello. Seth sbatté giù il coperchio intrappolando Osiride egettò la bara nel Nilo.

    Lo scrigno galleggiò lungo il Nilo e in mare prima di raggiungere la Fenicia e sbarcare a Byblos. Qui rimase incastrato in un albero di tamerice. L'albero avvolse lo scrigno. Alla fine, il re di Byblos e la sua regina visitarono la riva, videro la bellezza dell'albero profumato e lo fecero abbattere e trasportare alla corte reale come pilastro. In Egitto, Seth salì al trono,Seth si dimostrò un sovrano tempestoso, che portò all'Egitto siccità e tempeste.

    Guarda anche: I 15 principali simboli della leadership con i loro significati

    La rinascita di Osiride

    Iside scoprì il marito scomparso a Byblos, liberò il corpo di Osiride da un pilastro di tamerice dove era stato imprigionato e tornò in Egitto. Qui Iside nascose il corpo di Osiride nelle paludi del Delta del Nilo mentre raccoglieva le erbe per rianimarlo, lasciando la sorella Nefti a vegliare sul corpo. Seth seppe che Osiride era tornato e lo cercò. Con l'inganno Nefti rivelò il nascondiglio di Osiride.Seth fece a pezzi il corpo di Osiride e ne scagliò le parti in tutti gli angoli dell'Egitto, compreso il Nilo. Iside tornò e insieme a Nefti cercò le parti mancanti del corpo di Osiride. Ricomponendo Osiride, Iside scoprì che Osiride era incompleto: il pesce Ossirinco aveva mangiato il pene di Osiride. Iside riportò in vita Osiride ma, essendo incompleto, non poté reclamare il suo trono.Qui divenne il Signore egiziano dei morti e il loro giudice divino delle anime.

    Battaglia per il controllo del mondo

    Un manoscritto egizio della XX dinastia (1190-1077 a.C.) racconta la storia ben più antica della lotta tra il figlio di Osiride, Horus, e suo zio Seth per il dominio sul mondo. Il manoscritto descrive la storia della gara legale, presieduta dagli dei per determinare chi tra Osiride e Seth fosse il legittimo re dell'Egitto. Horus e Seth presentarono le loro argomentazioni e dovettero poi dimostrare la loro bravura in una serie diI concorsi. Horus li vinse tutti e fu dichiarato re.

    La Contesa di Horus e Seth è una delle tante versioni di ciò che avvenne dopo la nascita di Horus e la discesa di Osiride negli inferi. Altri racconti narrano che Iside nascose il figlio nella palude mentre Seth lo cercava con l'intento di ucciderlo. In altre versioni del mito, Horus combatte Seth, sconfiggendolo e cacciandolo dall'Egitto, mentre in altre ancora Seth viene ucciso. La Contesa di Horus e SethSeth racconta queste battaglie come gare rituali sancite dagli dèi. La maggioranza dell'Enneade, i nove dèi che presiedono al processo, stabilisce che Horus è il re legittimo. Ra, tuttavia, non è convinto. Ra pensa che Horus sia troppo giovane e inesperto per governare in modo efficace, mentre Seth è un sovrano esperto, anche se incoerente. Nonostante Horus vinca ogni gara, Ra non saràIl processo durò più di 80 anni, mentre il popolo egiziano sopportava il caotico governo di Seth.

    Guarda anche: Fiori che simboleggiano la fratellanza

    Iside capì che doveva intervenire per salvare il popolo egiziano e si trasformò in una giovane donna. Poi si sedette fuori dal palazzo di Seth e pianse e pianse finché Seth, passando di lì, la scorse e le chiese quale fosse la causa della sua infelicità. Lei spiegò che il fratello di suo marito, un uomo malvagio, lo aveva ucciso, gli aveva rubato la terra e si era impadronito delle greggi. Lei e suo figlio furono costretti a fuggire e ancheLa sua storia colpì profondamente Seth che, furioso, giurò che avrebbe punito il criminale e restituito la loro terra. Iside mostrò allora la sua vera forma e rivelò che gli dèi l'avevano ascoltata. Ra si convinse finalmente che Horus meritava di regnare e Seth fu esiliato dalla Valle del Nilo e costretto nelle lande desolate del deserto.

    La trasformazione di Seth

    A partire dal Nuovo Regno, Seth era generalmente considerato un cattivo. Nel Primo Periodo Dinastico Peribsen, sesto re della Seconda Dinastia (2890 ca. - 2670 ca. a.C.), scelse Seth come suo dio protettore. Peribsen rimane l'unico re del Primo Periodo Dinastico a schierarsi con Seth anziché con Horus.

    Dato che Seth era in origine un dio-eroe, è logico che un faraone lo scegliesse come patrono, ma all'epoca di Peribsen al trono era associato Horus, non Seth.

    Una probabile spiegazione è che Peribsen, che proveniva dall'Alto Egitto, abbia scelto Seth come suo patrono personale a preferenza di Horus, che in questo periodo era legato al Basso Egitto. Peribsen rimane l'unico faraone ad allinearsi chiaramente con Seth fino a Sethi I (1290-1279 a.C.) e a suo figlio Ramesse II (1279-1213 a.C.) della XIX dinastia, che consacrarono Seth a dio nazionale e costruirono il Sepermeru acomplesso di templi in onore di Seth.

    Il ruolo di Seth

    Quando Ramesse II scelse di elevare Seth, il culto di Osiride e Iside era ormai diffuso e Seth si era trasformato da eroe-protettore e dio dell'amore in un malfattore che rappresentava tutto ciò che gli egizi temevano: caos, distruzione, disordine, siccità, fame, carestia e influenze straniere.

    Le incisioni che mostrano l'incoronazione di Ramesse II raffigurano sia Horus che Seth che officiano la cerimonia. Alla fine, però, Seth venne associato in modo così indelebile alle sue azioni di usurpatore e vile assassino che il dio della scrittura e della saggezza, Thoth, lo sostituì in queste iscrizioni.

    La continua popolarità di Seth riflette il desiderio di armonia e di equilibrio degli Egizi, simboleggiato dal ma'at. Il ma'at simboleggiava l'equilibrio e l'armonia ed era una parte fondamentale dei valori sociali della maggior parte degli Egizi e permeava anche la loro visione dell'aldilà. Qui il cuore del defunto veniva pesato su bilance d'oro contro la piuma bianca del ma'at. Il dio egizio della vita e della fertilità Osiride aveva bisogno di unAnche nel suo aspetto distruttivo, Seth era visto come benefico, in quanto impediva volontariamente alla siccità e ai suoi venti secchi del deserto di assalire le fertili terre dell'Egitto. Le preghiere a Seth per ottenere la liberazione dalle sue stesse forze sostituirono i precedenti amuleti d'amore.

    Il culto di Seth si concentrò a partire dal primo periodo dinastico a Ombos, ma i templi a lui dedicati si trovavano in tutto l'Egitto. I sacerdoti di Seth si prendevano cura della sua statua sacra nel sancta sanctorum del tempio, eseguivano i rituali quotidiani e si occupavano della manutenzione dell'esteso complesso templare. Le persone che chiedevano assistenza a Seth erano confinate nel cortile esterno, dove lasciavanoLe richieste andavano dall'aiuto finanziario o medico alla consulenza matrimoniale, fino all'officiatura di feste, funerali o matrimoni.

    L'associazione di Seth con la malvagità e l'oscurità, la sua immagine popolare di bestia dai capelli rossi e il colore rosso sono stati facilmente adattati all'iconografia del Satana cristiano.

    Il legame di Seth con l'astuzia, l'inganno, la distruzione, la guerra e la stretta associazione con il serpente hanno contribuito a fondare la mitologia cristiana su un ingannatore soprannaturale che ha giurato una perpetua antipatia con Dio.

    Riflettere sul passato

    L'evoluzione di Seth offre un'affascinante finestra sui cambiamenti avvenuti nel sistema di credenze dell'antico Egitto nel corso della sua storia.

    Immagine di testa per gentile concessione: Chipdawes [Pubblico dominio], via Wikimedia Commons




    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.