Simbolo della Mano del Guaritore (Mano dello Sciamano)

Simbolo della Mano del Guaritore (Mano dello Sciamano)
David Meyer

L'esame del simbolismo nelle culture antiche ci ha aiutato a comprenderle meglio e ha ampliato gli orizzonti della cognizione umana.

Il simbolismo ha il vantaggio di riassumere idee complesse rappresentandole sotto forma di illustrazione.

Queste rappresentazioni pittoriche possono definire lo status, l'identità, le credenze e persino ideologie complesse. Un esempio è il simbolo della mano del guaritore, detta anche "mano dello sciamano" o "mano Hopi", presente nella cultura dei nativi americani.

Indice dei contenuti

Guarda anche: I 9 principali fiori che simboleggiano la ricchezza

    Caratteristiche del simbolo

    Il simbolo della mano del guaritore raffigura il palmo della mano con una spirale aperta che parte dal centro del palmo e va verso le dita.

    La direzione in cui scorre la spirale dipende dalla mano raffigurata, in modo che si apra tra l'indice e il pollice.

    La spirale

    Il petroglifo della Mano del Guaritore nel Petroglyph National monument, Nuovo Messico, USA

    ID 171799992 © Natalia Bratslavsky

    Il simbolo della spirale è presente in tutte le tradizioni antiche del mondo, compresi i disegni nelle grotte e i petroglifi nel sud dell'America.

    Alcuni ritengono che derivi da geroglifici raffiguranti il sole, che tra i nativi americani ha un significato di fonte di vita e di energia [1].

    La mano

    Raffigurazione della mano del guaritore creata in ciottoli

    Foto 69161726 / Mano © Gary Hanvy

    I simboli dei nativi americani non si basano in genere su simboli umani per esprimere una qualche forma di pensiero: la maggior parte del loro simbolismo si avvale dell'uso di altri esseri come animali, corpi celesti e strumenti [2].

    Si ritiene che il simbolo della mano rappresenti il combattimento corpo a corpo. Va notato che l'arma preferita dai nativi americani era l'arco e la freccia.

    Essere abili nel combattimento corpo a corpo significava eccellere in quella forma, quindi una traduzione libera può significare che si è esperti.

    I due simboli si combinano (la mano e la spirale) per creare il simbolo principale, ma il suo significato non si traduce letteralmente in una mano di guaritore. Occorre dire di più sul contesto spirituale e mistico in cui il simbolo veniva utilizzato.

    Guarda anche: Thutmose II

    La tribù Hopi

    Ragazze della tribù Hopi, 1922, foto di Edward S. Curtis

    Edward S. Curtis, dominio pubblico, via Wikimedia Commons

    Il simbolo della mano del guaritore riveste un significato per la tribù degli Hopi, nell'Arizona nordorientale [3], che si considerano nient'altro che amministratori della terra, con l'obiettivo di vivere in pacifica coesistenza con la natura per onorarne le ricchezze.

    Secondo le origini del clan Hopi, i Maasaw li istruirono a trovare la loro casa. Di conseguenza, viaggiare sulla terra alla ricerca del proprio centro mentre si coltiva la terra divenne una pratica comune tra la tribù Hopi [4].

    Alcuni clan procedevano in senso orario e altri in senso antiorario e ponevano le insegne come geroglifici ovunque andassero, rappresentando il luogo in cui si trovavano lungo il viaggio.

    Molte tribù Pueblo, tra cui gli Hopi, considerano Chaco la terra ancestrale del loro popolo e il centro di cui parlavano i Maasaw [5].

    È importante come centro culturale per le persone che viaggiavano qui, promuovendo la condivisione di conoscenze e credenze. La conoscenza delle pratiche e delle cerimonie di guarigione era forse uno degli argomenti discussi a Chaco.

    Una possibile spiegazione del simbolo della mano del guaritore può quindi essere riservata agli sciamani che hanno affrontato il tumultuoso viaggio della vita e hanno acquisito la conoscenza spirituale dell'universo.

    Gli sciamani non sono necessariamente guaritori, ma piuttosto individui che hanno la padronanza di una qualche forma di conoscenza.

    Riferimenti

    1. "Simboli solari dei nativi americani", 24 4 2021. [Online]. Disponibile: //www.sunsigns.org/native-american-sun-symbols/.
    2. "Simbolo dell'impronta della mano", Siteseen Limited Siteseen Limited, 20 11 2012. [Online]. Disponibile: //www.warpaths2peacepipes.com/native-american-symbols/handprint-symbol.htm. [Consultato il 24 4 2021].
    3. A. Levin, "Il cuore degli Hopi", Rivista del Museo Nazionale degli Indiani d'America dello Smithsonian, 2019. [Online]. Disponibile: //www.americanindianmagazine.org/story/heart-hopi. [Accesso 24 4 2021].
    4. "Introduzione ai simboli Hopi", SunSigns, [Online]. Disponibile: //www.sunsigns.org/hopi-symbols/. [Accesso 24 4 2021].
    5. D. L. Kilroy-Ewbank, "Chaco Canyon", Khan Academy, [Online]. Disponibile: //www.khanacademy.org/humanities/art-americas/early-cultures/ancestral-puebloan/a/chaco-canyon. [Accesso 24 4 2021].



    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.