I 15 principali simboli degli anni '70 con il loro significato

I 15 principali simboli degli anni '70 con il loro significato
David Meyer

Quando si pensa agli anni '70, ci vengono in mente molte cose: gli anni '70 erano pieni di tendenze di moda uniche, come i pantaloni scampanati e i capelli voluminosi. È stato un grande periodo per il rock and roll, con alcune delle migliori band del settore all'apice della loro gloria.

Anche alcuni dei marchi più noti al mondo hanno creato loghi unici negli anni '70. La prima azienda di lecca-lecca ha iniziato a fornire lecca-lecca in molte parti del mondo.

È stata una grande epoca per la moda e i negozi di moda, oltre che per la grande televisione.

Diamo un'occhiata ai 15 simboli più importanti degli anni '70:

Indice dei contenuti

    1. Logo Apple

    Loghi Apple

    Cortesia immagine: flickr

    Il primo logo della mela è stato disegnato da Ronald Wayne nel 1976. Il logo mostrava Isaac Newton seduto sotto un albero con una mela che penzolava sopra la sua testa. Questo logo è durato un anno, dopodiché Steve Jobs ha incaricato un altro grafico, Rob Janoff, di proporre qualcosa di più moderno.

    Guarda anche: Simbolismo della luna (9 significati principali)

    Jenoff ha ideato la mela morsicata per mostrare che si tratta di una mela e non di un pomodoro, oltre che per un gioco di parole tra "morso" e "byte", in riferimento all'azienda informatica. [1]

    2. Logo HBO

    Logo HBO 1975

    WarnerMedia, dominio pubblico, via Wikimedia Commons

    La HBO è stata lanciata per la prima volta nel 1975 come primo canale televisivo satellitare. Betty Brugger, direttore artistico di Life-Time, ha disegnato il logo della HBO con l'iconico logo a tre lettere. La "O" del logo ha un altro cerchio al suo interno, che allude a un telecomando televisivo. Questo è stato un tocco intelligente progettato da Brugger nel logo. [2]

    3. Polaroid

    Polaroid

    Frank Murmann, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

    Polaroid raggiunse l'apice della popolarità a metà degli anni '70, dopo l'uscita delle polaroid colorate nel 1972. Il logo Polaroid consisteva in "Polaroid" scritto a lettere ravvicinate con un emblema quadrato multicolore sulla sinistra del logo.

    L'emblema quadrato aveva strisce orizzontali multicolori, i cui colori erano rosso, arancione, giallo, verde e blu.

    L'emblema colorato mostrava la tavolozza dei colori dell'arcobaleno, con un riferimento allo spettro cromatico delle Polaroid colorate, e alludeva alla moltitudine di possibilità di cui il marchio era capace. [3]

    4. Logo Kodak

    Logo Kodak

    Cortesia immagine: flickr

    Il logo Kodak è cambiato in modo significativo negli anni '70. La vecchia forma triangolare del logo è stata completamente eliminata e sostituita da una forma quadrata. Le forme sono una parte importante del logo che mostra il messaggio del marchio.

    Il logo quadrato era noto come forma a scatola e viene utilizzato ancora oggi. Il concetto alla base della forma a scatola era quello di trasmettere ai consumatori una sensazione di onestà, trasparenza e stabilità da parte del marchio. Questo aveva senso in quanto negli anni '70 Kodak era un nome noto nel settore della fotografia.

    Nello specifico, il logo Kodak era un piccolo quadrato di colore rosso con un contorno giallo. Per dare un tocco di stile, una freccia è stata intagliata verticalmente vicino al bordo del quadrato, formando anche la lettera "K", che era anche un simbolo commerciale per l'azienda. [4]

    5. Logo Woodstock

    Logo Woodstock Flyer

    Chic Chicas, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

    Il logo di Woodstock è stato uno dei simboli più importanti degli anni '70. Gli anni '70 sono incompleti senza Woodstock. Arnold Skolnick ha disegnato il logo e il manifesto di Woodstock in soli 4 giorni.

    La maggior parte dei loghi e dei manifesti dell'epoca era costituita da disegni psichedelici e impegnativi. Skolnick voleva creare un logo semplice che trasmettesse il messaggio senza complicazioni. Skolnick credeva che un logo dovesse essere semplice, in modo che l'utente lo capisse immediatamente non appena lo vedeva. [5]

    6. Nintendo

    Logo Nintendo 1970

    Nintendo, dominio pubblico, via Wikimedia Commons

    Il logo Nintendo è stato oggetto di molti cambiamenti. Dagli anni '60, il logo è rimasto sempre un wordmark. Nel 1968, il wordmark Nintendo aveva una cornice esagonale, che nel 1979 è stata sostituita da una cornice arrotondata.

    Guarda anche: I 20 più famosi dei dell'Antico Egitto

    Questo ha cambiato la geometria del logo, aggiungendo più eleganza e alleggerendo l'intera composizione. La cornice stretta e arrotondata ha bilanciato la quadratura delle lettere del marchio. La tavolozza dei colori è rimasta la stessa di prima. [6]

    7. Tang

    Succo di Polvere di Tang

    Immagine per gentile concessione: flickr

    Tang è stato un altro dei principali simboli degli anni '70. Il sostituto del succo d'arancia è stato commercializzato in modo massiccio negli anni '70 e chiunque sia vissuto in quel periodo lo ricorderà. Il logo di Tang era composto da molti elementi dei tradizionali loghi degli anni '70.

    Aveva un lettering discendente, molto in voga all'epoca, con ombreggiature a goccia e anse a forma di cuneo nelle lettere.

    8. Chupa Chups

    Logo Chupa Chups

    Aqunamag, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

    I lecca-lecca Chupa Chups esistono dagli anni '50. Chupa Chups è stata la prima azienda di lecca-lecca fondata da Enric Bernat, la cui idea era quella di far divertire i giovani con questo marchio e di creare felicità.

    Chupa Chups è apparso per la prima volta in Giappone negli anni '70. Da lì ha iniziato a diffondersi nel sud-est asiatico, in Australia, nelle Filippine, a Singapore e in Malesia. Infine, negli anni '80 è entrato nel mercato europeo e nordamericano.

    Negli anni 2000, quasi 4 miliardi di lecca-lecca Chupa Chups sono stati venduti in 150 diversi paesi del mondo. La produzione globale di Chupa Chups è iniziata negli anni '70 dopo l'ingresso nel mercato giapponese. [7]

    9. Guerre stellari

    Cosplay Stormtrooper Star Wars

    Altan Dilan, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

    Il franchise di Guerre Stellari, uscito negli anni '70, è diventato un film popolarissimo che si è trasformato in un fenomeno di cultura popolare in tutto il mondo. Il primo logo di Guerre Stellari è stato creato negli anni '70. Il logo era audace, spigoloso e di colore giallo.

    Si trattava di un logo tipico degli anni Settanta. Ben presto il franchise di Guerre stellari iniziò a espandersi: vennero creati film, videogiochi e romanzi che ruotavano attorno al tema di Guerre stellari. Il primo episodio di Guerre stellari uscì il 25 maggio 1977, ottenendo un successo sia critico che finanziario.

    10. Rolling Stones

    Rolling Stone durante il concerto

    Raph_PH, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

    I Rolling Stones sono uno dei simboli più importanti degli anni Settanta. I Rolling Stones sono una band inglese di rock and roll formatasi nel 1962 a Londra. I Rolling Stone hanno raggiunto l'apice della loro fama negli anni Settanta.

    La loro fama era intoccabile, tanto da far guadagnare al gruppo la reputazione di "più grande rock'n'roll band del mondo", periodo in cui crearono album classici come Goats Head Soup, Sticky Fingers ed Exile on Main St.

    I brani di grande successo dei Rolling Stones diedero alla band la fama di beniamini di tutti i tempi, oltre a plasmare il futuro del rock n roll in questo decennio. Oggi i Rolling Stones sono ricordati insieme ad altri gruppi musicali leggendari dell'epoca, come i Led Zeppelin e i Beatles. [8]

    11. Logo Good Year

    Dirigibile di buon anno

    Mark Turnauckas da Akron, Ohio, USA, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

    La Goodyear Tire and Rubber Company ha creato il suo primo logo colorato negli anni '70. Il logo blu e giallo aveva una parte anteriore appesantita e un simbolo tra il testo. Questo logo popolare ha creato un segno intrigante che combinava linee dure con bordi morbidi e rotondi.

    Il logo ha contribuito ad accrescere la popolarità e il successo dell'azienda, che negli anni '70 aveva superato i 5 miliardi di dollari di fatturato e operava in trentaquattro paesi diversi.

    12. La barca dell'amore

    La barca dell'amore

    Christopher Michel, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

    Love Boat è stata una popolare serie televisiva romantica americana degli anni '70. Lanciata nel 1977, Love Boat è proseguita fino agli anni '80. La storia ruotava intorno a una nave da crociera di lusso, al suo capitano e ai suoi passeggeri.

    Questa popolare serie televisiva è stata in parte ispirata alla nave da crociera tedesca MV Aurora. [9] The Love Boat è stata una serie televisiva di grande successo e ha ottenuto ottimi ascolti: negli anni '70 si è classificata tra le prime 10 e 20 serie televisive.

    13. La fuga di Logan

    Logan's Run è stata una famosissima serie televisiva americana di fantascienza, iniziata sulla CBS nel 1977 e proseguita fino al 1978. La serie televisiva Logan's Run era in realtà uno spin-off di un film uscito nel 1976 con lo stesso nome.

    Anche se la serie televisiva Logan's Run è stata molto popolare, è durata solo 14 episodi prima di essere cancellata.

    14. Space Invaders

    Cabina di gioco Space Invaders

    Jordiferrer, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

    Space Invaders è un gioco arcade sviluppato negli anni Settanta, progettato da Tomohiro Nishikado e prodotto e distribuito in Giappone da Taito.

    Questo gioco è stato il primo del suo genere, appartenente al genere degli Shoot 'em up. L'obiettivo principale del gioco era quello di sconfiggere gli alieni che scendevano con un laser che si muoveva orizzontalmente. Space Invaders ebbe un immediato successo commerciale.

    È diventato uno dei videogiochi più venduti e ha incassato miliardi. È anche considerato uno dei giochi più influenti del suo tempo.

    15. Biba

    Ex edificio "Big Biba

    Non è stato fornito un autore leggibile. Si presume Thomas Blomberg (in base alle rivendicazioni di copyright), CC BY-SA 2.5, via Wikimedia Commons.

    Biba era un grande magazzino con sede nel Regno Unito. Biba era estremamente popolare negli anni '60 e '70. Negli anni '70 il modo più veloce per raggiungere i clienti era la pubblicità su carta stampata e quindi sperimentò con il proprio logo.

    Hanno creato un elaborato logo in oro con un emblema ornato e un carattere unico. Biba è stata fondata e gestita da Barbara Hulanicki e dal suo coniuge Stephen Fitz-Simon. Hulanicki aveva studiato al Brighton Art College e inizialmente aveva lavorato come illustratrice di moda.

    In seguito sposò Stephen, che era un dirigente pubblicitario, ed entrambi aprirono un'azienda di vendita di vestiti per corrispondenza, chiamata Biba's Postal Boutique. La coppia decise di chiamare il loro negozio di abbigliamento Biba, dal soprannome della sorella minore di Barbara, Biruta. [10]

    Riferimenti

    1. //www.edibleapple.com/2009/04/20/the-evolution-and-history-of-the-apple-logo/
    2. //looka.com/blog/70s-logos/
    3. //1000logos.net/polaroid-logo/
    4. //www.designhill.com/design-blog/history-of-evolution-of-the-kodak-logo/
    5. //looka.com/blog/70s-logos/
    6. //1000logos.net/nintendo-logo/
    7. //junkfoodblog.com/chupa-chups
    8. //www.udiscovermusic.com/stories/best-rolling-stones-70s-songs
    9. San Francisco Chronicle (2020). "NAUFRAGATO SUL PICCOLO LAGO DI PATATE".
    10. Marsh, giugno (2012). Storia della moda . Vivays Publishing. pp. 100, 104, 118



    David Meyer
    David Meyer
    Jeremy Cruz, appassionato storico ed educatore, è la mente creativa dietro l'accattivante blog per gli amanti della storia, gli insegnanti e i loro studenti. Con un amore radicato per il passato e un fermo impegno a diffondere la conoscenza storica, Jeremy si è affermato come una fonte affidabile di informazioni e ispirazione.Il viaggio di Jeremy nel mondo della storia è iniziato durante la sua infanzia, mentre divorava avidamente ogni libro di storia su cui riusciva a mettere le mani. Affascinato dalle storie di antiche civiltà, momenti cruciali nel tempo e dagli individui che hanno plasmato il nostro mondo, sapeva fin dalla tenera età che voleva condividere questa passione con gli altri.Dopo aver completato la sua istruzione formale in storia, Jeremy ha intrapreso una carriera di insegnante che è durata oltre un decennio. Il suo impegno nel promuovere l'amore per la storia tra i suoi studenti era incrollabile e cercava continuamente modi innovativi per coinvolgere e affascinare le giovani menti. Riconoscendo il potenziale della tecnologia come potente strumento educativo, ha rivolto la sua attenzione al regno digitale, creando il suo influente blog di storia.Il blog di Jeremy è una testimonianza della sua dedizione nel rendere la storia accessibile e coinvolgente per tutti. Attraverso la sua scrittura eloquente, la ricerca meticolosa e la narrazione vibrante, dà vita agli eventi del passato, consentendo ai lettori di sentirsi come se stessero assistendo allo svolgersi della storia primai loro occhi. Che si tratti di un aneddoto raramente conosciuto, di un'analisi approfondita di un evento storico significativo o di un'esplorazione della vita di personaggi influenti, le sue narrazioni accattivanti hanno raccolto un seguito dedicato.Oltre al suo blog, Jeremy è anche attivamente coinvolto in vari sforzi di conservazione storica, lavorando a stretto contatto con musei e società storiche locali per garantire che le storie del nostro passato siano salvaguardate per le generazioni future. Conosciuto per i suoi dinamici impegni di conversazione e seminari per colleghi educatori, si sforza costantemente di ispirare gli altri ad approfondire il ricco arazzo della storia.Il blog di Jeremy Cruz è una testimonianza del suo impegno incrollabile nel rendere la storia accessibile, coinvolgente e rilevante nel mondo frenetico di oggi. Con la sua straordinaria capacità di trasportare i lettori nel cuore dei momenti storici, continua a promuovere l'amore per il passato tra gli appassionati di storia, gli insegnanti e i loro entusiasti studenti.